Bacheca‎ > ‎

ZOGO DE L'OCA, BIS DI CAMPOCROCE!

pubblicato 14 nov 2012, 03:10 da Stefano Pretto   [ aggiornato in data 21 nov 2012, 03:54 ]
Da La Nuova Venezia di Lunedì 12 Novembre 2012

MIRANO. Campocroce concede il bis e vince per il secondo anno consecutivo il Zogo de l’oca in un’edizione caratterizzata purtroppo dal maltempo. Una fiera nata male, con l’ordinanza sanitaria della Regione che ha imposto di non utilizzare oche vive e finita peggio, con raffiche di vento che ieri mattina hanno divelto alcune bancarelle e strutture della Pro Loco. Nel pomeriggio tuttavia solo qualche sprazzo di pioggia: il gioco si fa e attorno all’arena, semivuota, esplode la festa. Un migliaio di persone in tribuna, che ne potrebbe contenere 2400, eppure quest’anno per la prima volta sarebbero stati tutti al coperto.
I miranesi insomma si lasciano intimidire dalla pioggia e scansano la loro manifestazione più importante. Chi ha rischiato però non è rimasto deluso: alle 15 la sfilata dei figuranti, che è il preludio al gioco, viene salutata addirittura da un raggio di sole. Che tuttavia dura poco: a metà gara i giocatori diventano eroi, sfidandosi sotto una pioggia battente che rende ancor più difficili (e divertenti) le prove. Il dado del gioco diventa un mattone imbevuto d’acqua, le pedane delle pozzanghere: ma lo spettacolo, nonostante tutto, va avanti. E ne vale la pena. Inizio alle 15.22, c’è un’ora e mezza di tempo per conquistare l’ultima casella, la fatidica 63. Campocroce passa subito in testa e si contende il primato alla casella 30 con gli arancioni di Scaltenigo: gioco spareggio, alla mezz’ora. Poi inizia a piovere: i gialli difendono il titolo e allungano su tutti. Mirano si vede poco, Vetrego perde il tiro alla fune, Ballò il taglio dei tronchi, Zianigo la corsa degli zoccoletti. Campocroce invece vince in maniera inaspettata, a mezz’ora dalla fine: la pedina dei gialli è a tre punti dalla casella della morte, se ci capita torna al via ed è finita. Il capitano Tiziano Zampieri invece sfodera un 4: casella dell’oca, raddoppio di punti e diritti fino al traguardo. Campocroce vince ancora e guida la classifica di tutti i tempi, con quattro edizioni vinte, davanti a Vetrego e Mirano ferme a quota tre. Zampieri e i suoi portano a casa 1400 euro di premio, 100 sono stati persi in una penalità. Andranno all’oratorio di Campocroce, come per le scorse edizioni. La Pro Loco, nonostante il crollo domenicale di presenze, si consola con l’exploit di sabato, quando la piazza è stata invasa da qualche migliaio di persone, rimaste all’asciutto nonostante le previsioni. Una grande pacca sulla spalla arriva comunque dal sindaco Maria Rosa Pavanello: «Resta una manifestazione di livello nazionale, in grado di realizzarsi anche con questo tempo».
Comments